purpureobibliotecaqueriniana6404261
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Latino
× Lingue Inglese
× Soggetto Statuti

Trovati 3994 documenti.

Biblioteca bresciana. Vol. 4, inedito [Manoscritto]
0 0 0
Materiale linguistico antico

Peroni, Vincenzo <1746-1810>

Biblioteca bresciana. Vol. 4, inedito [Manoscritto] / opera postuma di Vincenzo Peroni

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: bs

Lo spectabilis artium et iuris utriusque doctor dominus Iohannes Petrus de Gandino, cittadino bresciano, avvocato del dominus  frater Laurencius Theupolo, veneto e preposito del convento degli Umiliati di S. Maria di Palazzolo di Brescia si oppone allo spectabilis iuris utriusque doctor dominus Iohannes Antonius de Zanettis, cittadino bresciano e procuratore del reverendus dominus Marcus Lando, abate dei SS. Gervasio e Protasio di Brescia in merito ai diritti sul convento umiliato
0 0 0
Materiale linguistico antico

Lo spectabilis artium et iuris utriusque doctor dominus Iohannes Petrus de Gandino, cittadino bresciano, avvocato del dominus frater Laurencius Theupolo, veneto e preposito del convento degli Umiliati di S. Maria di Palazzolo di Brescia si oppone allo spectabilis iuris utriusque doctor dominus Iohannes Antonius de Zanettis, cittadino bresciano e procuratore del reverendus dominus Marcus Lando, abate dei SS. Gervasio e Protasio di Brescia in merito ai diritti sul convento umiliato / Iohannes Petrus de Castelino (notaio)

In claustro conventus S. Marie de Palazolis sub quodam porticu a monte et a mane parte dicti porticus siti in contrata Putey de Cazagis civitatis Brixie (Brescia), 1488, 27 marzo

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Andrea Gritti comunica a Giovanni Mauro, podestà  di Brescia, e a Marco Antonio Barbadico, capitano, che il Consiglio dei 30 ha deliberato che gli uomini di Montichiari devono pagare alla  camera di Brescia 2400 lire all'anno. Si richiamano inoltre le esenzioni già concesse
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Andrea Gritti comunica a Giovanni Mauro, podestà di Brescia, e a Marco Antonio Barbadico, capitano, che il Consiglio dei 30 ha deliberato che gli uomini di Montichiari devono pagare alla camera di Brescia 2400 lire all'anno. Si richiamano inoltre le esenzioni già concesse

In nostro ducali palatio (Venezia), 1538, 14 novembre

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il priore del convento di S. Rocco di Passirano fa leggere un documento nel quale si definiscono i rapporti tra il convento e i frati di S. Alessandro in merito alla pezza di terra "in la contrada dal Dosso" su cui fu edificata la chiesa di S. Rocco
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il priore del convento di S. Rocco di Passirano fa leggere un documento nel quale si definiscono i rapporti tra il convento e i frati di S. Alessandro in merito alla pezza di terra "in la contrada dal Dosso" su cui fu edificata la chiesa di S. Rocco / Marchus fq. Michaelis dicti Copati de Passirano (notaio)

In terra de Passirano districtus Brixie, in eclesia S. Rochi de Passirano (Passirano, Bs), 1497, 3 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Estratto dai registri dell'Accademia Reale Francese di Belle Lettere, dal quale risulta che il cardinale Querini fu nominato membro accademico onorario
0 0 0
Materiale linguistico antico

Estratto dai registri dell'Accademia Reale Francese di Belle Lettere, dal quale risulta che il cardinale Querini fu nominato membro accademico onorario

(Parigi), 1743, 15 marzo

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il magnificus dominus Franciscus Martinengus della Motella e il nipote eques Leander definiscono la divisione dei beni giacenti "in terra et territorio S. Zenonis". Leandro ottiene metà "della pezza di terra chiamata la Foschina" di 13 piò, 84 tavole e 4 piedi; "la Boschetta", di 65 tavole; metà della "Breda di casa", di 3  piò, 86 tavole e 4 piedi; "la Rivada che è alla bocha della seriola  nova"; "la Boschetta che è drieto il Navilio"; Francesco ottiene invece l'altra metà della Foschina; "el Pradello di sotto della Foschina", di 2 piò e 59 tavole; il bosco che vi confina, di 34 tavole; la metà della "Breda di casa", e "l'arzeno" ivi confinante; il cortivo con l'abitazione del massaro, stimato 1000 lire planet. Segue la divisione dei diritti sulle acque
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il magnificus dominus Franciscus Martinengus della Motella e il nipote eques Leander definiscono la divisione dei beni giacenti "in terra et territorio S. Zenonis". Leandro ottiene metà "della pezza di terra chiamata la Foschina" di 13 piò, 84 tavole e 4 piedi; "la Boschetta", di 65 tavole; metà della "Breda di casa", di 3 piò, 86 tavole e 4 piedi; "la Rivada che è alla bocha della seriola nova"; "la Boschetta che è drieto il Navilio"; Francesco ottiene invece l'altra metà della Foschina; "el Pradello di sotto della Foschina", di 2 piò e 59 tavole; il bosco che vi confina, di 34 tavole; la metà della "Breda di casa", e "l'arzeno" ivi confinante; il cortivo con l'abitazione del massaro, stimato 1000 lire planet. Segue la divisione dei diritti sulle acque / Hannibal fq. spectabilis iuris doctoris domini Pompei de Bornato (notaio)

In cancellaria magnifice comunitatis Brixie contrata Platee Brixie (Brescia), 1559, 17 maggio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Leonardo Donato comunica a tutti i rettori veneti di aver stretto un accordo con Pietro Rovado e il figlio Zibatta, cittadini bresciani, perché essi fabbrichino salnitro raffinato in Asola, Gambara, Gottolengo, Calvisano e Carpenedolo, i quali comuni sono obbligati "a condurgli le caldiere, ordegni, massaritie, cronine et acque", a lasciar loro cavare il terreno senza dazio alcuno, e fornendogli alloggio
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Leonardo Donato comunica a tutti i rettori veneti di aver stretto un accordo con Pietro Rovado e il figlio Zibatta, cittadini bresciani, perché essi fabbrichino salnitro raffinato in Asola, Gambara, Gottolengo, Calvisano e Carpenedolo, i quali comuni sono obbligati "a condurgli le caldiere, ordegni, massaritie, cronine et acque", a lasciar loro cavare il terreno senza dazio alcuno, e fornendogli alloggio

In nostro ducali palatio (Venezia), 1609, 21 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Libro mastro e fatto da fra Angelo Maria Sarti ferrase (!) figlio del convento della Consolazione di Ferrara l'anno 1763 (a p. VII)
0 0 0
Materiale linguistico antico

Libro mastro e fatto da fra Angelo Maria Sarti ferrase (!) figlio del convento della Consolazione di Ferrara l'anno 1763 (a p. VII) / SARTI, Angelo Maria

Italia settentrionale (Rovato - Bs), 1763

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
BRESCIA, Compagnia di S. Nicola da Tolentino [I-XIII, 1-190]
0 0 0
Materiale linguistico antico

BRESCIA, Compagnia di S. Nicola da Tolentino [I-XIII, 1-190]

Brescia, 1584

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Geronimo Priolo comunica al podestà e al capitano di Verona che il Consiglio dei Dieci ha deliberato una proposta di accordo tra domina Virginia di Meglis, e le figlie Lucretia ed Emilia da un lato, e il conte Carlo di Megli con Zuan Paulo e Zuan Francesco dall'altra,  e li incarica di farla rispettare a questi ultimi
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Geronimo Priolo comunica al podestà e al capitano di Verona che il Consiglio dei Dieci ha deliberato una proposta di accordo tra domina Virginia di Meglis, e le figlie Lucretia ed Emilia da un lato, e il conte Carlo di Megli con Zuan Paulo e Zuan Francesco dall'altra, e li incarica di farla rispettare a questi ultimi

In nostro ducali palatio (Venezia), 1563, 31 maggio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il podestà Baldinacius de Ubaldinis de Carda condanna Perus Antonii de Nuvilara, abitante "in castro Petriani", per aver tentato di uccidere Antonio de Migli da Brescia in cambio di 200 fiorini presso il "castrum Insule" del territorio di Urbino, ad essere trascinato nei luoghi pubblici legato alla coda di un asino e ad essere poi impiccato, destinando tutti i suoi beni al comune di Urbino
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il podestà Baldinacius de Ubaldinis de Carda condanna Perus Antonii de Nuvilara, abitante "in castro Petriani", per aver tentato di uccidere Antonio de Migli da Brescia in cambio di 200 fiorini presso il "castrum Insule" del territorio di Urbino, ad essere trascinato nei luoghi pubblici legato alla coda di un asino e ad essere poi impiccato, destinando tutti i suoi beni al comune di Urbino / Petrus Paulus ser Castelli de Castilione Retino (notaio)

In sala inferiori palatii solite habitationis prefati domini potestatis quod palatium ponitum est (...) in quadra episcopatus iuxta plateam magnam dicte civitatis (Urbino), 1414, 23 ottobre

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Marcantonio Memo comunica a Giovanni Aloisio Bernardo, podestà di Verona, "che la elettione del conte Massimiliano Emilio in capitano del lago di Garda, fatta dalla (...) città di Verona per tre anni prossimi, in luogo del conte Bailardino Nogarola (...) sia (...) confermata"
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Marcantonio Memo comunica a Giovanni Aloisio Bernardo, podestà di Verona, "che la elettione del conte Massimiliano Emilio in capitano del lago di Garda, fatta dalla (...) città di Verona per tre anni prossimi, in luogo del conte Bailardino Nogarola (...) sia (...) confermata"

In nostro ducali palatio (Venezia), 1615, 29 maggio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Francesco Erizzo comunica ai rettori di Verona che, in seguito alla supplica di Daniel Snaider, luogotenente di campagna del podestà di Vicenza che, grazie all'uccisione del bandito Iseppo Rusponi detto Guaino, ha facoltà di chiedere la liberazione di un altro bandito, sia scarcerato Zuanne Giona di Verona, bandito a Verona
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Francesco Erizzo comunica ai rettori di Verona che, in seguito alla supplica di Daniel Snaider, luogotenente di campagna del podestà di Vicenza che, grazie all'uccisione del bandito Iseppo Rusponi detto Guaino, ha facoltà di chiedere la liberazione di un altro bandito, sia scarcerato Zuanne Giona di Verona, bandito a Verona

In nostro ducali palatio (Venezia), 1635, 3 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Silvestro Valerio incarica Trifone Valmarana, podestà di Verona, di concedere un canonicato e una prebenda nella chiesa cattedrale di Verona al reverendo conte Giovanni Emilio Baldissera degli Emilii
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Silvestro Valerio incarica Trifone Valmarana, podestà di Verona, di concedere un canonicato e una prebenda nella chiesa cattedrale di Verona al reverendo conte Giovanni Emilio Baldissera degli Emilii

In nostro ducali palatio (Venezia), 1698, 3 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Carlo I Gonzaga, duca di Mantova, nomina il conte Giovanni Emilii capitano di corazza con stipendio di 40 ducatoni al mese
0 0 0
Materiale linguistico antico

Carlo I Gonzaga, duca di Mantova, nomina il conte Giovanni Emilii capitano di corazza con stipendio di 40 ducatoni al mese

Di Mantova (Mantova), 1620, 12 luglio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Ferdinando Carlo Gonzaga, duca di Mantova, conferma a Petrus de Emiliis i diritti sulle acque che scorrono dal mulino di Moratico a Villimpenta
0 0 0
Materiale linguistico antico

Ferdinando Carlo Gonzaga, duca di Mantova, conferma a Petrus de Emiliis i diritti sulle acque che scorrono dal mulino di Moratico a Villimpenta

Mantue (Mantova), 1679, 20 ottobre

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Benedictus q. Luchini de Trabuchellis de Seretio vende "pro libero et expedito allodio" ai dominus Bartolomeus Bayuli,  Cristoforus de Perottis, Simon de Perottis, al magister Bartolomeus dictus Rampinus, a Iacobus q. Parisii e Marchus de Perottis, rappresentanti del comune di Sarezzo, una pezza di terra montiva e boschiva giacente "in territorio de Seretio in contrata de Coniis", di 3 piò e 48 tavole, al prezzo di 90 lire planet. e mezza
0 0 0
Materiale linguistico antico

Benedictus q. Luchini de Trabuchellis de Seretio vende "pro libero et expedito allodio" ai dominus Bartolomeus Bayuli, Cristoforus de Perottis, Simon de Perottis, al magister Bartolomeus dictus Rampinus, a Iacobus q. Parisii e Marchus de Perottis, rappresentanti del comune di Sarezzo, una pezza di terra montiva e boschiva giacente "in territorio de Seretio in contrata de Coniis", di 3 piò e 48 tavole, al prezzo di 90 lire planet. e mezza / Ioannes Ambrosius f. magistri Simonis de Ferandis (notaio)

In terra de Seretio Vallistrompie districtus Brixie, in apotheca Scole Conceptionis de Seretio scita in contrata Platee (Sarezzo, Bs), 1541, 3 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Leonardo Donato comunica al podestà di Brescia Ioannes de Lege e al capitano Antonius Lando che "esso territorio sia  tenuto a provveder al bisogno dell'alloggiamento et utensili del soprapiù del presidio delli 200 fanti" in Orzinuovi
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Leonardo Donato comunica al podestà di Brescia Ioannes de Lege e al capitano Antonius Lando che "esso territorio sia tenuto a provveder al bisogno dell'alloggiamento et utensili del soprapiù del presidio delli 200 fanti" in Orzinuovi

In nostro ducali palatio (Venezia), 1609, 15 gennaio

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Marcus Antonius Memo comunica al provveditore di  Orzi Nuovi Franciscus Baduarius di dover lasciar proseguire la  lavorazione del lino nella fortezza
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Marcus Antonius Memo comunica al provveditore di Orzi Nuovi Franciscus Baduarius di dover lasciar proseguire la lavorazione del lino nella fortezza

In nostro ducali palatio (Venezia), 1612, 4 agosto

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il doge Aloisius Mocenico comunica a Georgius Pasqualico , capitano di Brescia, che "sia permesso a Gio. Martino Andreoli di costruire un piccolo oratorio per la celebrazione della santa messa nel territorio di Gussago contrà detta Zicerone di Sopra"
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Aloisius Mocenico comunica a Georgius Pasqualico , capitano di Brescia, che "sia permesso a Gio. Martino Andreoli di costruire un piccolo oratorio per la celebrazione della santa messa nel territorio di Gussago contrà detta Zicerone di Sopra"

In nostro ducali palatio (Venezia), 1724, 26 agosto

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0