Il doge Francesco Erizzo comunica ai rettori di Verona che, in seguito alla supplica di Daniel Snaider, luogotenente di campagna del podestà di Vicenza che, grazie all'uccisione del bandito Iseppo Rusponi detto Guaino, ha facoltà di chiedere la liberazione di un altro bandito, sia scarcerato Zuanne Giona di Verona, bandito a Verona
0 0 0
Materiale linguistico antico

Il doge Francesco Erizzo comunica ai rettori di Verona che, in seguito alla supplica di Daniel Snaider, luogotenente di campagna del podestà di Vicenza che, grazie all'uccisione del bandito Iseppo Rusponi detto Guaino, ha facoltà di chiedere la liberazione di un altro bandito, sia scarcerato Zuanne Giona di Verona, bandito a Verona

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Titolo e contributi: Il doge Francesco Erizzo comunica ai rettori di Verona che, in seguito alla supplica di Daniel Snaider, luogotenente di campagna del podestà di Vicenza che, grazie all'uccisione del bandito Iseppo Rusponi detto Guaino, ha facoltà di chiedere la liberazione di un altro bandito, sia scarcerato Zuanne Giona di Verona, bandito a Verona

Pubblicazione: In nostro ducali palatio (Venezia), 1635, 3 gennaio

Descrizione fisica: Perg. ; 43,5 x 26 cm.

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Note di contenuto:
  • Ducale
Nota:
  • Autografo: Orig.
  • Composizione materiale: 1 c.
  • Timbri: Sigillo pendente plumbeo
  • Stato di conservazione: Buono
  • Faldone, sec. XX
  • Verona, Vicenza

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
QUERINIANA Pergamene Ms. M.fI.8, Perg. 166 HQTEMP-1142255 Su scaffale Consultazione locale
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.